Sei in:  > Cultura  > Storia e societÓ  > Il periodo dei nazionalismi

Il periodo dei nazionalismi

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, si fece rilevante anche in Trentino il problema nazionalistico, un’esasperazione della tendenza a far coincidere una lingua e una etnia con lo Stato nazionale, che portò al drammatico scoppio della Prima Guerra mondiale. Da una lato le tendenze irredentiste, dall’altro quelle pangermaniche finirono con il coinvolgere anche la piccola comunità germanofona della Valle. La Chiesa e la Scuola furono affidate a curati e insegnanti di lingua tedesca. All’indomani della Guerra e con il passaggio della nostra regione all’Italia, la Valle subì il troncamento degli antichi legami con la zona dell’ex impero austro-ungarico, particolarmente vitali grazie alla pratica del commercio ambulante stagionale.

 

Ma il periodo fascista peggiorò ulteriormente la situazione: dapprima vi fu la caduta della secolare autonomia dei vari comuni che vennero soppressi e tutti aggregati a S. Orsola (1926), quindi la crisi economica degli anni ’30 e infine la propaganda favorirono l’adesione alle cosiddette “opzioni”, finalizzate all’espatrio in Germania di ogni elemento “tedesco” sul territorio italiano (1939-1945).

 

 

Bersntoler Kulturinstitut
Istituto M˛cheno

 

I - 38050 Palai in Bersntol | Palú del Fersina | Palai im Fersental (TN)
Tel.: + 39 0461 550073 | Fax: +39 0461 540221 | Richiesta informazioni